Ricette

Asparagi alla Milanese

Per 4 persone
Costo a porzione 1,13 euro
Ingredienti:
600 g di asparagi 4 uova
2 cucchiai di grana 40 g di burro (o 3 cucchiai di olio d’oliva)
sale e pepe grana
Pulite gli asparagi, togliendo la parte dura inferiore.
Prendete un asparago alla volta tra le dita e piegatelo a metà, il punto di rottura separa la parte tenera da quella fibrosa. Legati, metteteli in verticale in una pentola con le punte rivolte verso l’alto, facendo in modo che queste non siano immerse completamente nell’acqua. La parte verde, che sporge dall’acqua, cuoce così a vapore, mantenendo la sua integrità. Cuocete gli asparagi per 10-15 minuti. Scolateli e disponeteli su quattro piatti. In una padella mettete il burro, fatelo sciogliere (potete utilizzare in alternativa olio o una padella antiaderente, diminuendo in questo modo l’apporto di grassi), aggiungete le uova e cuocetele fino a quando l’albume si è rappreso, ma il tuorlo è ancora morbido. Cospargete gli asparagi con il grana e versate su di essi un uovo. Servite subito caldi.

Cotechino con lenticchie

Per 4 persone
Costo a porzione: 1,79 euro
Ingredienti:
1 cotechino grande 250 g di lenticchie
1/2 cipolla 1 carota
2 costola di sedano 2 cucchiai di olio sale
Lasciate le lenticchie in ammollo in acqua fredda per una notte. Punzecchiate il cotechino con una forchetta, avvolgetelo in un canovaccio da cucina e legatelo stretto, mettetelo in una casseruola con acqua fredda e portate a ebollizione a fuoco molto lento; quindi abbassate la fiamma e fate sobbollire per circa 2 ore e mezzo. Ponete le lenticchie in una casseruola con la carota, la cipolla e il sedano, ricopritele di acqua salata e fate cuocere, per circa un’ora a fiamma bassa. Sgocciolate il cotechino, affettatelo e servitelo caldo su un letto di lenticchie. Il tempo di cottura delle lenticchie può variare. È importante che siano ben cotte, ma non sfatte.

La rüsümada

Per 4 persone
Costo a porzione: 0,96 euro
Ingredienti:
4 cucchiai di zucchero 4 uova
4 bicchieri di vino rosso
Mettete in una terrina i tuorli con lo zucchero e sbatteteli fino a schiaritura; montate gli albumi a neve, incorporando delicatamente i tuorli e cercando di mantenere una struttura soffice; aggiungete il vino, incorporandolo lentamente e sempre continuando a rimestare il composto; servite subito.

Ossibuchi

Per 4 persone
Costo a porzione: 2,25 euro
Ingredienti:
4 ossibuchi di vitello tagliati alti (meglio se ricavati dallo stinco del posteriore) farina bianca
60 g di burro un po’ di cipolla tritata
1 carota 1 gamba di sedano
1/2 bicchiere di vino bianco secco brodo
sale e pepe 2 cucchiai di salsa di pomodoro
Per la gremolada
1 spicchio d’aglio, 1 limone, un po’ di prezzemolo
In una casseruola larga fate dorare il burro e la cipolla, le carote e il sedano, mettete gli ossibuchi infarinati e rosolateli da ambo le parti. Bagnateli con il vino, lasciate evaporare, salate, pepate, aggiungete la salsa di pomodoro e coprite la casseruola. Portate a cottura a fuoco dolce per almeno un’ora. A metà cottura girate gli ossibuchi. Controllate di tanto in tanto e, se il sugo asciugasse troppo, aggiungete un po’ di brodo. Nel frattempo preparate la gremolada tritando lo spicchio d’aglio con il prezzemolo e unendo la scorza grattugiata, solo la parte gialla del limone. Una decina di minuti prima del termine della cottura versate la gremolada sugli ossibuchi. Sistemateli su un piatto di portata con sopra il sugo di cottura e serviteli accompagnandoli con un risotto alla milanese, polenta o un purè.

Riso e latte

Per 4 persone
Costo a porzione 0,28 euro
Ingredienti:
200 g di riso comune o originario 1,2 l di latte fresco
0,4 l di acqua 1 cucchiaio e 1/2 di zucchero
30 g di burro sale
Mettete il latte e l’acqua in una casseruola; aggiungete il burro e lo zucchero e poco sale. Portate a ebollizione e aggiungete il riso. Cuocete a fuoco vivace mescolando spesso affinché la minestra risulti legata e consistente; aggiungete altro liquido bollente (3/4 di latte e 1/4 di acqua) se la minestra dovesse asciugare troppo. Quando il riso è cotto, togliete dal fuoco e lasciate riposare qualche minuto. Servite tiepido.

Torta paesana

Per 6 persone
Ingredienti:
300 g di pane raffermo 6 cucchiai di cacao in polvere amaro
1 l di latte fresco 120 g di amaretti
100 g di pinoli 2 uova
70 g di uvetta 120 g di zucchero semolato
Tagliate a tocchetti il pane raffermo, mettetelo in una terrina e poi versateci il latte caldo;
mescolate con un cucchiaio di legno e coprite con un piatto; lasciate a macerare il pane nel latte un paio d’ore. Tritate finemente gli amaretti mettendoli nel mixer insieme al cacao; mettete in ammollo l’uvetta con dell’acqua calda. Schiacciate il pane ormai morbido con un cucchiaio o una forchetta in modo da romperlo ancora di più. Unitevi gli amaretti e il cacao, unite anche lo zucchero e i pinoli e mescolate per bene tutti gli ingredienti e in ultimo anche l’uvetta strizzata. Mescolate di nuovo e poi versate in uno stampo tondo a cerniera da 28 cm leggermente imburrato. Infornate in forno caldo a 190° per un’ora. Togliete dal forno e lasciate raffreddare completamente. Il giorno dopo la torta è molto più buona.